Acquario di design: le creazioni di H.Misawa - CieloTerraDesign
menu

L’acquario scultura che non fa sentire i pesci fuor d’acqua

Share:
Acquario design: Waterscape

Design raffinato e stampanti 3D per le creazioni di Haruka Misawa

Dici acquario e pensi a vistosi pesci tropicali intrappolati in pochi centimetri di vetro, costretti a convivere tra un forziere dei pirati di incerta provenienza e una pianta di plastica che fa quel che puó per ricordare che la natura esiste o potrebbe, volendo, esistere anche lì. E invece anche la vita del pesce rosso può essere ricca di emozioni, dal momento che pure gli acquari, è il caso di dirlo, non sono più quelli di una volta.

Waterscaspe, ovvero paesaggi acquatici, è l’ultima creazione della designer giapponese Haruka Misawa, che ha disegnato una serie di acquari minimal che includono oggetti realizzati con stampante 3D, ispirati alla vita sottomarina.

Coralli e piante acquatiche, che imitano i rifugi dei piccoli pesci, sono prodotti in digitale, e nonostante peso e fattura, grazie alla collocazione subacquea, sono in grado di mantenere la posizione corretta galleggiando e fornendo, appunto, ai pesciolini, una casa, perché no, anche esteticamente gradevole.

Gli oggetti all’interno degli acquari sono stati realizzati in maniera tale che possano mantenersi in perfetto equilibrio statico solo se immersi nell’acqua, posti al di fuori si rovescerebbero su un lato o si frantumerebbero sotto il loro stesso peso, ma ecco, invece, vederli galleggiare senza peso, in perfetta armonia, una volta sfuggiti, almeno in parte, alla gravità.

In altri casi, al contrario, la Misawa utilizza delicati prodotti di stampa 3D in lattice per imitare coralli, spugne marine e ninfee. Strutture esilissime, che tendono facilmente ad essere fragili sulla terra, come il vetro o alcune resine sintetiche utilizzate per la stampa in 3D, diventano in questo caso ampie caverne e solide pareti.

“Sotto la superficie dell’acqua c’è un ambiente dalle caratteristiche uniche, che trasuda un’energia completamente opposta a quella che è emanata dall’aria” dice Misawa, e realmente di fronte a queste opere si avverte la presenza di una forza attutita, trattenuta e resistente, molto lontana dalla rapidà a volte effimera, spesso violenta, che viviamo sulla terra.

Nella serie vi sono anche acquari nel cui interno si trovano bolle d’aria, che permettono alle piante di prosperare al centro delle creazioni. Queste bolle diventano, quindi, mini acquari all’interno di acquari più grandi, creando una suggestiva combinazione fra contenitore e contenuto, fra il pieno trasparente dell’acqua e il vuoto aereo catturato nel vetro.

Designer e fondatrice del Misawa Design Institute, Haruka Misawa ha lavorato con lo studio Nendo, vincitore di prestigiosi premi di design, prima di creare questa serie di opere più simili a sculture minimaliste che a semplici acquari.

Il Giappone è già da tempo rinomato fra gli amanti del genere, ma la designer ha colto un’opportunità unica per ridefinire la tradizionale idea di aquascaping, introducendo forme scultoree stampate in 3D come elementi compositivi con cui pesci e piante acquatiche possono interagire.

I waterscapes sono stati in mostra a Tokyo e Taiwan ma, sono per ora solo prototipi. Che gli abitanti di questi acquari, quindi, non si abituino troppo a queste case di alto design.