Design & Designers

Alessi, è tempo di orologi con De Lucchi e Cornish

Raggiante e Arris, i nuovi wall clocks affidati a due maestri

 

Due orologi da parete, affidati al design di due maestri: Michele De Lucchi e Adam Cornish.  Le ultime novità di Alessi nel mondo dei living accessories prosegue con Raggiante e Arris, i wall clocks che allungano la lista delle collaborazioni del brand per questa linea di complementi con architetti e designer italiani come Aldo Rossi, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Giulio Iacchetti, Mario Trimarchi e autori internazionali come Michael Graves, Philippe Starck, i Fratelli Campana, Daniel Libeskind, Studio Job, Abi Alice.

Raggiante appare come un sole da cui si dipartono ventiquattro raggi che scandiscono le ore. Le lancette, in alluminio arancione, risaltano sul colore caldo del legno. Prediligendo un materiale naturale come il bambù, che si trasforma e migliora con il trascorrere del tempo, De Lucchi prosegue una sua ricerca sui materiali che “invecchiano bene”, materie a cui occorre lasciare la loro autenticità, accettando la loro naturalizzazione. Prodotto mediante taglio e incisione laser del legno di bambù, Raggiante è un prodotto di industrial design che conserva le caratteristiche di un manufatto dove arte e artigianato si incontrano e si presta ad essere inserito in tutti gli ambienti, dal living alla camera da letto.

“Raggiante è il sole che scandisce le ore anche quando non si vede e si nasconde dietro la Terra”, scrive lo stesso De Lucchi. “Senza i suoi raggi tutto si fa buio, tutto si ferma e con calma lo aspettiamo perché tutti sanno che risbucherà proprio dalla parte opposta a dove si era infilato. Ritorna sempre a svegliare il mondo, a lucidare le foglie, a sciogliere le nuvole”.

Arris reca invece la firma di Adam Cornish, autore della fortunata famiglia di cestini e centrotavola in acciaio Trinity. Il designer australiano disegna questa che si può considerare una riflessione sul concetto di tempo. Dall’inglese spigolo, Arris è un disco di acciaio piegato lungo l’asse mediano per dare origine a una superficie ondulata su cui la luce si riflette creando un gioco di luci ed ombre. Un susseguirsi di riflessi senza principio e senza fine che, modificandosi durante le ore della giornata, cerca di rendere visibile l’incessante scorrere del tempo. Anche il quadrante privo di numeri sottolinea l’invito del progettista a non soffermarsi sulle singole unità con cui abitualmente lo misuriamo. Prodotto presso lo stabilimento della sede dell’azienda a Crusinallo di Omegna, Arris “nasce dall’idea – dichiara Adam Cornish – di creare un oggetto che ben rappresentasse la maestria nella lavorazione dell’acciaio che è nel Dna di Alessi”.

Proposto in due varianti, in acciaio lucido con lancette rosse o in acciaio verniciato nero con lancette bianche a contrasto, Arris ha un design essenziale che lo rende perfetto per ogni ambiente della casa o per completare progetti d’interior contemporanei.

“Il tempo scorre senza sosta – scrive Cornish – senza conoscere una fine o un inizio: il nostro orologio cerca di riflettere proprio questo passare del tempo, piuttosto che soffermarsi sulle singole unità che usiamo comunemente per misurarlo. La superficie di questo orologio è formata da una singola piega: questo spigolo dà vita a una superficie leggermente ondulata su cui la luce si riflette creando un gioco di luci ed ombre, e che si sposta man mano che il giorno si fa notte”.

 

Share:

Leave a reply