The Sign

Un angolo vintage tra design nordico e Pollock

La proposta: sideboard anni 60 e quadri astratti

Dopo la guida al rovescio con i sei errori da non commettere nell’arredamento vintage, ecco una proposta in positivo: come usare e abbinare mobili e complementi dello stesso stile o di epoche diverse.

In questo caso siamo partiti da uno spazio della casa non sempre facile da allestire: la parete di un soggiorno non occupata da tavoli, sedie, divani e librerie. L’obiettivo era riempire questo spazio in maniera essenziale, con un mobile dalla presenza forte e allo stesso tempo discreta; un mobile utile, contenitore, e bello.

Abbiamo così pensato a un sideboard. Pochi pezzi come un sideboard assolvono alla funzione di riempire uno spazio in maniera sobria ed elegante, prestandosi ad abbinamenti con oggetti, vintage anch’essi, della stessa epoca o di periodi differenti. I sideboard che abbiamo utilizzato provengono da Capperi di casa, negozio di Modena specializzato in modernariato: un punto d’incontro per fedeli e collezionisti del design italiano e internazionale, con un occhio al vintage nordico e scandinavo, alle contaminazioni Bauhaus e industriali. I sideboard danesi e nordici in generale sono un punto di forza nell’offerta di Capperi, dove è possibile trovare anche una ricercata selezione di ceramiche, vetri e complementi di arredo. Tutti oggetti venduti il più possibile vicino alla condizione originale, con la patina storica e l’usura del tempo.

Ed ecco i due sideboard che abbiamo scelto. Il primo viene dal Belgio, risale agli anni 60 ed è in palissandro con maniglie, piedi e dettagli in metallo. L’altro, anch’esso degli anni 60 e in palissandro, è danese, ha le antine scorrevoli a serranda, è prodotto da Ry Mobler e firmato da Hans J. Wegner, tra i maggiori rappresentanti dell’organicismo, corrente del modernismo che ha caratterizzato molti designer scandinavi. Sempre da Capperi arrivano i complementi associati ai due mobili: vasi in ceramica disegnati da Ettore Sottsass nel 1959, rieditati e prodotti da Flavia ceramiche per Bitossi negli anni 80.

Che cosa abbinare a questi due mobili? Avendo a disposizione un’intera parete, abbiamo pensato a quadri dalle dimensioni importanti. Quadri contemporanei, ma astratti, per risultare coerenti con l’atmosfera creata dai sideboard di metà Novecento. Così, abbiamo voluto pescare nella produzione di un pittore italiano che con le sue creazioni ispirate all’action painting e a Jackson Pollock ha esposto in occasione dell’ultima Fashion week milanese. Si chiama Maurizio Miggiano, è pugliese, lo trovate su Facebook come Miggio Art.

Un sideboard nordeuropeo degli anni 60 e un quadro di un artista italiano contemporaneo ispirato, anch’esso, a uno stile che ha fatto storia. Non resta che sbizzarrirsi e studiare altri abbinamenti possibili. O contattare Capperi e Miggio Art, ovviamente.

 

Share:

Leave a reply