rovere sbiancato, vecchio e di recupero unito al bianco
menu

Conquistati dal rovere

Share:

Sbiancato, vecchio e di recupero: cucina e ufficio firmati Giacomo Moor

Un ufficio e una cucina accomunati da due elementi: il bianco che illumina e il rovere declinato in tre differenti maniere: sbiancato, vecchio e di recupero. Sono i progetti K48 e Yukon di Giacomo Moor, designer milanese classe 1981, titolare del laboratorio che porta il suo nome e nel quale segue l’intero processo produttivo, dalla progettazione alla realizzazione.

K48 è un ufficio concepito per integrare alla classica funzione di libreria/contenitore due postazioni di lavoro. La struttura è in listellare di rovere sbiancato, le ante in massello di rovere vecchio, l’apertura delle ante è premi-apri. Yukon, invece, è la cucina con piano di lavoro, appendiabiti ed elementi coordinati in rovere di recupero, ante laccate bianche e verdi e bancone laccato bianco goffrato.

“La mia passione per il legno è maturata durante gli anni universitari grazie all’assidua frequentazione di una bottega artigiana” racconta Moor. “È nata così l’idea di disegnare, ma soprattutto di realizzare in prima persona degli oggetti – pezzi unici e piccole serie – nei quali la componente manuale potesse diventare il valore aggiunto del progetto.

Il mio obiettivo non è quello di imporre ai diversi prodotti il mio segno distintivo o la traccia del mio stile, ma di iniziare ogni nuovo lavoro da zero, cercando di comprendere le esigenze più profonde del committente, per proporre soluzioni adeguate. Così lo invito a seguire in prima persona sia la fase progettuale che quella realizzativa, cercando di interpretare le sue aspettative per orientarne le scelte, in un percorso comune e sinergico, in cui il mio ruolo è quasi maieutico“.

Il laboratorio milanese, in via Padova, è uno studio-bottega in cui designer, architetti e artigiani condividono quotidianamente, oltre allo spazio di lavoro, anche le loro competenze specifiche. Moor non ha abbandonato la passione per il legno e per la sua lavorazione in prima persona, ma ha lasciato che queste seguissero una loro naturale evoluzione, trasformandosi in un lavoro più orientato alla ricerca, alla produzione artigianale e alla relazione con il cliente.

Attualmente lo Studio GM, che ha clienti sia in Italia che all’estero, progetta e realizza sistemi d’arredo su misura come cucine, appartamenti, uffici, oltre a pezzi unici e serie limitate come tavoli, scrivanie, sedute, lampade, complementi. Collabora inoltre con aziende di design tra le quali Ilide, Memphis e EnvironmentFurniture.