Il Don Giovanni di Fornasetti, dopo l'opera arriva la collezione | CieloTerraDesign
menu
Fabiana Carboni

17 Novembre 2017

Il Don Giovanni di Fornasetti, dopo l’opera arriva la collezione

Share:

La linea del marchio milanese nata dall’allestimento mozartiano

Una visione dentro l’altra, una scatola magica eclettica e raffinata. E’ la nuova collezione di Fornasetti dedicata al Don Giovanni di Mozart e carica delle suggestioni che soltanto un brand come quello storico milanese poteva dare.

In principio fu l’allestimento

L’operazione creativa inizia l’anno scorso, quando Fornasetti concepisce la produzione de Il Dissoluto Punito, ossia il Don Giovanni, l’opera del genio musicale per la quale il marchio milanese lavora alle nuove scenografie. Da quel lavoro è stata tratta successivamente questa nuova serie di oggetti di arredamento che, fortemente voluti da Barnaba Fornasetti, manifestano tutta la volontà di comunicare e valorizzare l’opera lirica in un contesto multiforme come quello contemporaneo.

Dimensione onirica

A ispirare la nuova collezione è dunque la possibilità di vivere Il Dissoluto Punito, ossia il Don Giovanni in modo onirico. E surreale, chiaramente, come il decor degli oggetti che richiamano i temi principali dell’opera: visi di donna, mani che offrono e posseggono, maschere, giocolieri che utilizzano con destrezza l’arte dell’inganno e foreste surreali che rimandano al lato più ombroso del più famoso seduttore della lirica.

Dalla sedia al portariviste

La collezione è composta da diversi pezzi, mobili in edizione limitata, porcellane e complementi d’arredo. Cilindro, Tamburo e Vetrina sono mobili contenitori caratterizzati dalla forma cilindrica e il decoro a tutto tondo. La sedia, dalla forma sinuosa, riprende la silhouette di Don Giovanni, il paravento, come una quinta teatrale, riesce a trasformare la temperatura visiva dello spazio circostante. Arricchiscono la serie diversi accessori, tra cui vassoi, portariviste e portacarte ma anche piatti, vasi e altri oggetti per la tavola in porcellana e in vetro. Tutti prodotti secondo la tradizione dell’atelier di Piero Fornasetti che il figlio Barnaba porta avanti fedelmente e che li rende espressione perfetta di equilibrio tra arte e artigianato. La loro espressività e la loro doppia natura, funzionale da un lato e culturale e poetica dall’altro, rende i pezzi di questa collezione capaci di conferire agli ambienti una dimensione teatrale.

Da Harrods a Milano

“Cercate di immaginare un mondo senza musica, è la stessa cosa che provereste in un mondo senza decorazione”, dice Barnaba. La collezione era stata presentata in anteprima a settembre da Harrods a Londra. Ora è disponibile anche in Italia al Fornasetti Store di Milano.