Dorothée Meilichzon, l'interior più raffinata nelle Baleari "povere"
menu
Roberto Clever

2 agosto 2019

L’ultimo progetto di Dorothée Meilichzon è un albergo da sogno nelle Baleari povere

Share:

L’Experimental di Minorca: stile eclettico e decor sartoriale nell’isola meno glamour dell’arcipelago

L’ultima prova di Dorothée Meilichzon, superapprezzata e raffinatissima interior designer parigina contesa dagli alberghi di tutto il mondo, va in scena nientemeno che a Minorca, la più povera e dimessa delle Baleari, forse proprio per questo motivo la location ideale dove scommettere con un progetto carico di suggestioni come quello che Dorothée, famosa per il suo eclettismo, per i suoi accostamenti cromatici appena sopra le righe e per il gusto rétro mai banale, ha portato in questo avamposto sul confine meridionale dell’isola.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

Experimental hotel a Minorca

L’albergo in questione è l’Experimental e appartiene allo stesso gruppo del “cugino” veneziano, anch’esso firmato di recente da Meilichzon. Si tratta di un’antica casa colonica del XIX secolo, ora trasformata in un boutique hotel che mescola mood internazionale e atmosfere mediterranee, rustiche, con un tocco di Art Deco.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

Un mélange che emerge innanzitutto dalla palette e dagli spazi ariosi che utilizzano pietra a secco, cemento cerato e pavimenti in legno locale grezzo, e poi dalle piastrelle in cotto smaltato a mano.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

La tavolozza è completata dall’accenno ai colori dell’isola, dai blu pallidi ai gialli dorati del primo mattino alle tonalità ruggine del tramonto. La biancheria è stata realizzata ad hoc da LRNCE, il marchio di lifestyle con base a Marrakech specializzato in decorazione di interni e accessori, fondato nel 2013 dall’imprenditore belga Laurence Leenaert per combinare elementi della tradizione in un design sartoriale. Un’eccellenza nell’eccellenza, insomma.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

Gli arredi sono un mix di stile rustico e modernista, mentre archi e architravi colorati donano un tocco deco all’insieme.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

L’atmosfera rustica è rafforzata dai trenta ettari di orti il cui perimetro è stato restaurato ricorrendo ad antiche mappe.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

Nove bungalow indipendenti mettono a disposizione, per chi vuole un soggiorno più intimo, anche una piscina per ciascuna costruzione.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

Il ristorante, incluso un tavolo sociale per trenta persone, offre una lista di vini accuratamente scelti e ricette ispirate agli ingredienti locali. I cocktail vengono serviti nello spazio lounge attorno alla piscina a sfioro e nel cocktail bar all’interno.

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

experimental-hotel-minorca-Dorothée_Meilichzon

Foto di Karel Balas