Erica Dorn graphic designer dell'Isola dei cani - CTD
menu
Alberto Biffi

25 giugno 2018

Erica Dorn, la grafica che ha fatto dell’Isola dei cani un capolavoro

Share:
isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La designer londinese dietro l’ultimo successo di Wes Anderson

L’ultimo film di Wes Anderson, L’isola dei cani, ancora nella sale italiane, è un lungometraggio girato completamente in stop motion e ambientato in Giappone in un possibile futuro prossimo dai toni distopici. Il mondo è minacciato dal dilagante virus dell’influenza canina e il governo opta per una soluzione drastica: l’esilio permanente di tutti i cani del Giappone su un’isola-discarica. Qualcuno però, non ci sta. Protagonisti della vicenda sono un dodicenne alla ricerca del proprio cane al confino e un gruppo di cani derelitti che lo aiuteranno nella missione di salvataggio.

isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La grafica di Erica Dorn per l’Isola dei cani di Wes Anderson

Un capolavoro di geometrie e dettagli

Quello che colpisce fin dai primi quadri del film è l’altissima qualità dell’immagine e dei fondali: ogni inquadratura è un capolavoro di geometrie, la ricchezza dei dettagli e la fotografia rendono poi l’atmosfera palpabile, facendo presto dimenticare allo spettatore che si tratta di modellini in scala e pupazzi di plastilina.

isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La grafica di Erica Dorn per l’Isola dei cani di Wes Anderson

Lavoro sartoriale

Ma se è vero che sono i dettagli a fare la differenza, il merito di questo realismo va anche alla grafica degli oggetti di scena che ritroviamo come costante praticamente in tutte le sequenze del film: poster, packaging, stickers, pubblicità sui giornali, riviste, quotidiani, sono tutti stati progettati e realizzati appositamente per l’occasione.

isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La grafica di Erica Dorn per l’Isola dei cani di Wes Anderson

Capolavori in miniatura

L’autrice di questo minuzioso lavoro, Erica Dorn, graphic designer con studio a Londra, ha cominciato a dedicarsi al progetto nel novembre del 2015 insieme al suo team, e in circa due anni di lavoro ha creato il sistema di comunicazione visiva che dà realismo e profondità al Giappone in miniatura di Anderson: il suo lavoro per il film spazia dalla creazione di marchi di fantasia per cibo per cani e gatti, Puppy Snaps e Doggy Chops, alla birra Hokusai con tanto di onda gialla.

isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La grafica di Erica Dorn per l’Isola dei cani di Wes Anderson

Post-produzione quasi a zero

Una impressionante quantità di oggetti di scena in scala è stata realizzata, e il team di Erica Dorn ha letteralmente stampato in miniatura tutto ciò che è stato progettato in dimensioni reali, evitando il più possibile il ricorso alla post produzione e sfruttando invece le tecniche tradizionali di stampa, come la xilografia – tecnica di incisione su legno per farne la matrice di stampa.

isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La grafica di Erica Dorn per l’Isola dei cani di Wes Anderson

Illustrazioni vere su scene finte

A seconda dell’inquadratura da girare, sono state usate differenti misure dello stesso oggetto e del pupazzo, creati sempre in diverse copie per far fronte a campi larghi, primissimi piani e inquadrature di dettaglio: colpisce inoltre pensare che, in una delle location del film, il sake bar, sono state prodotte e appese alle sue pareti circa duecento illustrazioni, nessuna delle quali visibile da vicino o esaltata da un’inquadratura.

isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La grafica di Erica Dorn per l’Isola dei cani di Wes Anderson

A caccia di ispirazioni per strada

In un’intervista a creativereview.co.uk Erica Dorn racconta del tempo passato a raccogliere ispirazioni e idee, fotografando insegne per la strada, scaffali di merci, carte da parati e pattern di kimomo insieme a riferimenti più colti e mutuati direttamente dal mondo del cinema giapponese, in particolare vecchi film di Kurosawa e Ozu. Il risultato è davvero d’impatto, un’opera visiva impressionante e un film che non annoia, anzi lascia spazio a momenti comici e colpi di scena, il tutto condito da cani robot, rivoluzionari bambini e tanta, tanta grafica.

isola-cani-wes-anderson-erica-dorn

La grafica di Erica Dorn per l’Isola dei cani di Wes Anderson

Foto dal sito https://ericadorn.co.uk/