Formafantasma e giovani talenti, il Fuorisalone alle 5Vie | CieloTerraDesign
menu

Formafantasma e giovani talenti, il Fuorisalone alle 5Vie

Share:

Il calendario del distretto di chi ama alta manifattura e dimore storiche

 

E’ il distretto preferito da chi ama il design che incontra l’alto artigianato e vuole apprezzarlo in dimore storiche e palazzi d’arte. Parliamo delle 5Vie, che in occasione di questa Design week milanese tornano con un cartellone, se possibile, più ricco di eventi di quello dell’anno scorso. E con un evento attesissimo dopo il grande successo dell’anno scorso: la notte bianca del distretto, mercoledì 5 aprile, con l’apertura serale di tutti gli eventi dalle 18 alle 23 e la grande festa in Piazza Affari al termine della Seletti Design Parade, con musica live e dj-set.

La prima novità è lo spazio: 5Vie si allarga, infatti, fino a Corso Magenta e a via Cesare Correnti, facendo del proprio epicentro non più Garage Sanremo (dove comunque andrà in scena uno spettacolare allestimento di Cartier a cura di Desi Santiago con un gruppo di giovani designer) a Piazza Gorani. Qui si potrà apprezzare Foyer Gorani, a cura di Federica Sala/PS: protagonisti, il norvegese Sigve Knutson con Carwan Gallery, l’olandese Sabine Marcelis e il tedesco Philipp Weber. E poi Vaso Naso di Matteo Cibic. Sempre PS cura l’installazione Petrified Carpets di Studio Ossidiana: il tema, il giardino d’oriente.

La Design week 2017 è per le 5Vie anche l’anno del ritorno di progetti di successo. Riecco, come scrivevamo prima, il Design Pride, la parata di carri allegorici in pieno centro capitanata da Seletti e ora organizzata in collaborazione con l’associazione Wunderkammer e Yoox: un evento per dare visibilità ai giovani designer e alle scuole internazionali. Le collezioni proposte finiranno infatti in vendita sul sito del colosso on line. E ritorna anche Ladies&Gentlemen, la collettiva a cura ancora una volta di PS e Galleria Secondome di Roma. Negli spazi di via Cesare Correnti 14 trovano posto anche editori e artigiani (Cosentino, Studio DWA, Botteganove e Fabscarte). Sempre in via Correnti la mostra The Classroom, a cura di Paola Nicolin.

Anche l’Olanda ritorna protagonista dopo il grande successo dell’anno scorso alle 5Vie con Masterly – The Dutch in Milano, la collettiva a cura di Nicole Uniquole a Palazzo Francesco Turati. Trentaquattro designer olandesi “dialogheranno” con i quadri fiamminghi della dimora storica. Il 2017 è anche il centenario di De Stijl, e allora per celebrare il movimento artistico la Galleria Forma Meravigli ospita Mondriaan to Dutch design, ovvero dodici designer che si ispirano proprio all’arte di Piet Mondrian.

A Palazzo Litta sarà di scena la terza edizione di A Matter of Perception: Linking Minds, la collettiva prodotta da MoscaPartners con DAMn° Magazine (Corsa Magenta 24): nel cortile barocco, una tensostruttura disegnata dallo studio Diller Scofidio + Renfro, primo progetto dello studio newyorkese in Italia. E poi la mostra negli spazi del teatro, del foyer, del caffè-ristorante e il cortile dell’Orologio. Tra gli ospiti, Andrea Branzi con il Politecnico di Milano, Belgium is Design, ECAL e il Royal College of Art, oltre a Jasper Morrison con PUNKT, Ilkka SuppanenEmmanuel Babled, Formafantasma, Leo di Caprio, Muller Van Severen e Xavier Lust.

Il design svedese sbarca invece al Teatro Arsenale con la mostra Armour Mon Amour del duo Färg&Blanche, una collezione concettuale che ridiscute i canoni del design scandinavo. Il design francese, invece, sarà all’Institut Français Milano con VIA – Valorisation de l’Innovation dans l’Ameublement), mostra itinerante (questa di Milano sarà la prima tappa)per promuovere la creatività francese nel mondo. Si potranno apprezzare dieci tende che simboleggiano il gusto francese e una scenografia di Jean-Charles de Castelbajac.