Il design? Ricercato a New York, al WantedDesign
menu
Roberto Clever

29 aprile 2015

Il design? Ricercato a New York

Share:

Due rassegne imperdibili nella Grande Mela

A New York torna protagonista il design. NYCxDESIGN, dall’8 al 19 maggio, è la rassegna ufficiale della Grande Mela dedicata all’arredamento, ma non solo. Una piattaforma culturale e commerciale dove trovano spazio i grandi marchi e le proposte delle promesse, tra mostre, performance, stand e installazioni. Oltre duecento eventi a cura di 162 organizzatori in 181 location diverse in tutta la città per discutere di architettura, grafica e tecnologia.

E, all’interno della rassegna, un’altra kermesse inaugurata con successo nel 2011 e giunta alla quinta edizione: WantedDesign, una piattaforma che promuove l’innovazione e richiama a New York creativi e marchi da tutto il mondo. Nata nel 2011 da un’idea di Odile Hainaut e Claire Pijoulat, WantedDesign ha il suo quartier generale al Terminal Stores sulla 11th Avenue, nel quartiere storico di West Chelsea, e per il secondo anno consecutivo raddoppia: oltre agli stand nella location di Manhattan, dal 15 al 19 maggio, Industry City a Sunset Park, Brooklyn, ospiterà progetti multidisciplinari di design dal 9 al 19 maggio.

La protagonista delle Design Schools Workshops, quest’anno, sarà… la spazzatura: gli allievi del Centro Design School di Mexico City e i loro colleghi dell’Art Center College for Design di Pasadena e del Savannah College of Art and Design lavoreranno all’idea di prodotti che durino una vita, per scongiurare l’aumento dei rifiuti sul Pianeta che nel 2025 dovrebbe raggiungere quota 2,2 bilioni l’anno.

Un happening imperdibile per progettisti e costruttori, acquirenti e distributori, artigiani e studenti, istituzioni e per tutti gli amanti del design.

Gli eventi di maggio offriranno un’esperienza a 360 gradi con impianti innovativi, negozi pop-up, esperienze interattive, sale conviviali, workshop.

Anche l’Italia sarà presente a WantedDesign: Foscarini, Moroso, Seletti e Scavolini creeranno il set per la collezione living di Diesel a cui i quattro brand hanno lavorato. Un’installazione domestica articolata in quattro aree tematiche: Nightlife, Make Love not War, Urban Blue e Poplife. Tutte ispirate al gusto denim del marchio di abbigliamento adattato  negli arredamenti.

(Nella gallery, anteprima della rassegna 2015  e immagini della passata edizione)