Impilabili e anti-umido, le nuove tazze di design | CieloTerraDesign
menu
Fabiana Carboni

23 agosto 2017

Impilabili e anti-umido, le nuove tazze di design

Share:

Orientali o scandinavi, i modelli da tenere d’occhio per la colazione

Se il buongiorno si vede dal mattino, allora è bene accompagnare i primi gesti della giornata con oggetti belli e funzionali. A partire dalla colazione, uno dei momenti più amati dagli instragrammer, specialmente quando a tavola finiscono prodotti freschi dentro a una bella tazza. Che siano mug, tazze all’occidentale, oppure gaiwan, le scodelle per il tè, le tazze hanno ormai da tempo abbandonato il design più convenzionale e sono diventate terreno fertile per i creativi che hanno voglia di sperimentare linee, colori e abbinamenti fuori dalle righe.

Un’esplosione di colori

Ispirata all’astronomia e alla passione per lo spazio in generale, la Gathering Series disegnata dallo studio taiwanese Chi and Chi per Saniyo è caratterizzata da un design semplice e da colori vivaci. “Noi pensiamo che il design sia simile all’universo, dove tutto è in ordine. Un incontro di cose diverse che porta armonia e valore. Proprio come dovrebbero essere i rapporti tra gli esseri umani”, dicono i creativi.

Salvaspazio e portabiscotti

Ceramica, vetro e anche legno per risolvere problemi di spazio come nella serie Groove di Ferm Living, le cui scanalature rendono queste tazze facilmente impilabili. Sono in grado di adattarsi contemporaneamente a più usi le Double Shot di Gamago, perfette per chi non sa scegliere tra l’espresso e il caffè americano. Alcune possono anche cambiare colore a seconda del contenuto oppure avere un piccolo vano dove inserire i biscotti.

Pulizia e sobrietà

Gli amanti delle linee pulite e sobrie non possono perdersi le tazze Salka&Valka e Bliss dalla finitura esterna opaca e interna lucida, rispettivamente di North Limited e Normann Copenaghen. Oppure la Futagami Kami Mug del designer Oji Masanori che, a differenza delle prime, è realizzata completamente in legno castor aralia di Hokkaido per mantenere caldo il tè o il caffè (il materiale è un isolante naturale), ma è anche perfetta come contenitore per una fresca colazione all’insegna dell’healthy.

Impilabili

Ensō in giapponese significa cerchio e rimanda a una figura geometrica simbolo di libertà, creatività ed eleganza. Sono i valori e le curve dei cerchi che hanno ispirato l’architetto C.F Møller a progettare Ensō in collaborazione con Aida. L’idea è che le singole parti possano essere combinate per creare un’unità elegante. Il suo design fresco e pratico permette di poterle impilare a proprio piacimento.

Rimedio al Blue monday

Se invece il lunedì mattina vi mette ansia, ecco le Monday Cups di Studio Lilesadi e Caffeina di Viceversa. La prima, chiaro richiamo agli elementi geometrici utilizzati dal gruppo Memphis tramite proporzioni architettoniche ispirate a quelle auree, è caratterizzata da un elegante contrasto tra la finitura morbida e opaca all’esterno e quella lucida dell’interno della tazza, le cui colorazioni sono ottenute mediante unione dei pigmenti alla porcellana liquida. La seconda, che porta la firma dell’industrial designer Giulio Iacchetti, è caratterizzata da forme salvacalore che mantengono a lungo la temperatura e il gusto del caffè. “Il racconto di una piacevole pausa caffè passa attraverso le forme semplici ed i profili puliti di una famiglia di oggetti dalla sobria eleganza”, spiega Iacchetti.

Anti-umidità

Si chiama The Floating Mug ed è una tazza che sembra fluttuare letteralmente in aria. Seppure debba la sua ispirazione al gancio per banane, questo prodotto firmato Tigere Chiriga è il classico esempio di innovazione semplice ma intelligente. Il suo design all-in-one permette a quella leggera umidità scaturita dal calore dei liquidi all’interno della coppa di scivolare sul lato della tazza mentre evapora. “Potete stare tranquilli che il liquido non vi si accumulerà sulla base rovesciandovisi addosso. Quando mi chiedono se è funzionale, mi piace rispondere sempre che i giudici siete voi”, spiega il designer autore.