Premiata ditta Legno & Ruggine linee contemporanee adattabile
menu

Premiata ditta Legno & Ruggine

Share:

A Berlino e a Ginevra, due ristoranti italiani e il loro industrial design originale

Dal legno al… legno. A Berlino e a Ginevra, due trattorie (italiane) sono state arredate con mobili realizzati recuperando vecchie porte, finestre e altri pezzi pronti a rinascere a nuova vita.

Il recupero è la cifra e lo stile di Sestini e Corti, piccola azienda a conduzione familiare che ha sede, con il suo show room, a cinquanta chilometri da Siena, in una antica leopoldina del Settecento, in mezzo alle colline toscane.

Dalla rivendita di materiale per l’edilizia – dal cotto all’artigianato fiorentino – l’azienda è passata col tempo alla realizzazione di oggetti unici e spazi abitativi originali attraverso il recupero di materie naturali, e oggi sperimenta e progetta soluzioni adattabili a qualsiasi ambiente domestico o commerciale, come i  due locali in Germania e in Svizzera.”L’obiettivo” spiegano da Sestini e Corti “è sempre quello di creare oggetti curati nei minimi dettagli per un arredo che fonda linee contemporanee con superfici ‘materiche’, adattabile sia in contesti rustici che moderni. Grazie alla collaborazione con fabbri e falegnami, il ferro ed il legno vengono esaltati nella forma e nella lavorazione, creando oggetti unici e particolari”.

Ed ecco allora tavoli industriali in legno e ferro effetto ruggine, vecchie cassettiere tipografiche trasformate in contenitori da cucina, specchi con la cornice ricavata dai cerchi delle botti: perfetti per un loft industrial style o per un nuovo country design oriented.

Vino e Basilico, a Berlino, è un ristorante italiano allestito con i tavoli bistrot colore, realizzati in legno di vecchie porte e finestre, mentre le sedie milano sono state colorate di verde e vinaccia per un chiaro riferimento al vino e al basilico. Alle pareti, vecchie scaffalature in metallo mentre di fronte al bancone sgabelli imbottiti di vecchi sacchi del grano.

La Bottega, invece, è un ristorante di cucina italiana nel centro di Ginevra, allestito con i tavoli ristoro realizzati con piani in legno di recupero di abete e strutture in ferro con finitura ruggine.

Per esaltare il legno dei tavoli, le sedie sono state colorate di nero per rendere l’ambiente ancor più elegante. A parete è stata messa una bellissima carta geografica in tela mentre la pavimentazione è stata realizzata con vecchio legno di abete con finitura grigia. Di fronte al bancone realizzato con un’unica mensola in rovere massello, si trovano gli sgabelli a vite, realizzati con struttura in ferro con saldature a vista e sedute in legno di recupero di vecchie botti del vino.