Londra celebra la Jesmonite | CTD
menu

15 settembre 2017

Londra celebra la Jesmonite

Share:

Materiale dell’anno scelto per il Design festival al via

 

di Fabiana Carboni

 

A Londra è l’anno della Jesmonite. Il Design festival al via il 16 settembre nella capitale inglese, e la fiera all’interno della rassegna, celebrano questo materiale versatile con un’installazione basata su una serie di piastrelle che riproducono lo stile dei mattoni londinesi ed esalta le proprietà di un composto il cui impiego è cresciuto tantissimo nel mondo del design nell’ultimo anno.

Un materiale versatile

Ma di che cosa stiamo parlando? La Jesmonite è un sistema bicomponente a base acquosa, un composito di gesso leggero in acrilico modificato, sviluppato nel 1984 e con possibilità di utilizzo quasi infinite. Può essere impiegato da solo o miscelato con altri materiali per produrre effetti visivi suggestivi che possono arrivare anche a un grado di dettaglio molto piccolo.

La pioniera

Chi sta sperimentando al meglio la flessibilità di questo materiale è la product designer Ariane Prin, fondatrice di Prin London, che lavora la Jesmonite da quattro anni. La sua collezione di vasi Rust, lanciata durante il London Design Festival del 2015, ricorre a una combinazione di Jesmonite e polvere metallica ricavata dallo scarto di lavorazione delle chiavi. Quando il metallo si ossida, conferisce all’oggetto una struttura e un colore unici, garantendo che due pezzi della stessa collezione non siano mai uguali.

Applicazioni infinite

Anche se inizialmente concepito per costituire un’alternativa alla vetroresina e al calcestruzzo, la Jesmonite ha conquistato via via l’attenzione di architetti, artisti e designer. Un’attenzione alimentata da Prin London attraverso programmi di supporto al Royal College of Art e collaborazioni con designer come Hilda Hellström, Alex Chinneck e Stephanie Tudor.

Dal cestino al design

“Tante cose possono essere realizzate grazie alla Jesmonite” dice Ariane Prin. “È versatile e si lavora in fretta. L’ho usata per la prima volta nel 2013. Il mio socio ne aveva alcuni scarti in un piccolo cestino nello studio e me li diede, insieme a polvere ricavata dalla lavorazione di chiavi. All’inizio non avevo un obiettivo in particolare, stavo solo divertendomi a mescolare i materiali. Dopo qualche giorno tornai in studio e i campioni si erano ossidati. Pensai subito che potesse essere una cosa interessante continuare a sperimentare. Non avrei mai immaginato che questo potesse diventare il fulcro della mia attività futura”.

L’opera

Invitata a spingere ancora oltre i limiti nell’impiego della Jesmonite, Prin London ha pensato a una installazione, Rustiles, integrata con l’architettura dell’Old Truman Brewery che la ospita per la rassegna londinese. “Negli ultimi dodici mesi siamo stati molto sorpresi di scoprire come la Jesmonite sia stata alla base dei colori vivaci e dei dettagli raffinati di alcuni dei prodotti che ci hanno intrigato di più” dice Jimmy MacDonald, fondatore e direttore della London Design Fair motivando la scelta di dedicare alla Jesmonite l’installazione dell’anno della rassegna.

Le piastrelle

Rustiles consiste in una serie di piastrelle di Jesmonite adulterate con polvere di metallo, progettate per riflettere le dimensioni del mattone classico di Londra, ed è progettata, appunto, da Prin London. Sostenuto dall’azienda produttrice della Jesmonite, lo studio ha trascorso tre mesi nella progettazione e produzione delle piastrelle, collaborando con gli specialisti di fusione Jesmonite Feathercast per la realizzazione degli stampi. Grazie agli effetti dell’ossidazione, ogni piastrella è un pezzo unico. Rustiles è dunque un mosaico architettonico imprevedibile di texture e colori. Che, chiaramente, esalta anche la creatività di Ariane Prin.

Rustiles sarà in mostra alla Old Truman Brewery dal 21 al 24 settembre.