Metti un illusionista nelle case popolari | CieloTerraDesign
menu
Paolo Casicci

15 maggio 2017

Metti un illusionista nelle case popolari

Share:

L’anamorfosi di atelier YokYok sulla facciata di un edificio in Francia

Un’opera grafica in blu, che gioca con le illusioni ottiche generate dall’anamorfismo, per dare vivacità a un edificio di edilizia popolare appena realizzato. E’ il progetto dei creativi francesi di atelier YokYok (ci eravamo già occupati di loro qui) per gli alloggi sociali OPH di Ivry sulla Senna, sessantuno unità immobiliari tra rue Emile Blin e rue Ampère, a cura di Atelier du pont Architectes.

Worm – il titolo dell’opera, verme in inglese –  sono due anamorfosi, una nell’ingresso principale dell’edificio, l’altra nell’ingresso sud. Worm stabilisce un dialogo grafico con l’architettura dell’edificio, approfittando dell’altezza e della profondità dei portici, tali da permettere un’opera anamorfica.

L’anamorfosi è quel disegno che da una prospettiva ravvicinata non comunica all’occhio nient’altro che segni casuali e disordinati, ma che da uno sguardo più lontano rivela una forma pensata e un significato preciso. Dal titolo dell’opera, non è difficile intuire quale sia il tema grafico prescelto da YokYok per l’edificio…

“L’opera” spiegano i creativi parigini, “rafforza la relazione dell’edificio con l’ambiente in cui sorge e integra l’arte con la città in modo giocoso e partecipativo”. Insomma, è “un’illusione costruita, un enigma spaziale, un nascondino grafico”.

YokYok è un laboratorio di progettazione, composto da tre architetti (Steven Fuhrman, Samson Lacoste e Luc Pinsard) che, a seconda delle esigenze specifiche di ogni singolo progetto, allargano la rete ad altri professionisti e creativi. Oggi la squadra include cinque persone: oltre ai tre architetti, un’insegnante, Laure K., e un ingegnere Pauline Lazareff.