Cementine, la storia povera dietro a un successo chic - CTD
menu
Silvia Cosentino

8 luglio 2019

Mondo Cementine, la storia povera dietro a un successo chic

Share:
etoile-beauregard-cementine-design-aurelia_paoli

Guida a oltre un secolo di decor, dalle origini umili ai grandi nomi del design. Da rivestimento fatto di materiali precisi, la mattonella è diventato un genere

Tra le ultime arrivate ci sono quelle firmate dai grandi nomi del design, da Tom Dixon a Patricia Urquiola passando per i Fratelli Campana e India Mahdavi. Se siete innamorati delle cementine, una delle vie diventate maggiormente di moda per rivestire i pavimenti o le pareti di case, alberghi e ristoranti, probabilmente sarete curiosi di sapere dove mettete i piedi, e quindi di apprendere che si tratta di una storia iniziata più di un secolo fa e che ha portato questo prodotto molto lontano da dove è nato.

cementine-design-barcelona-sabine_wlokas-francisco_javier

La vecchia casa a Barcellona di Sabine Wlokas e Francisco Javier Gomez Pinteño. Foto di Montse Garriga

Come scrisse il filosofo napoletano Giambattista Vico: “La fantasia altro non è che memoria, o dilatata o composta”. E se è vero che nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma, non c’è da stupirsi nello scoprire che le cementine sono nate, a loro tempo, secondo un processo che oggi definiremmo di innovazione incrementale, con finalità non principalmente decorative.

cementine-design-bisazza-cementiles-paola_navone

Paola Navone per Bisazza

Questi rivestimenti di tendenza, ormai diffusissimi in ambienti sia pubblici che privati, e dalle forme e colorazioni più svariate, nascono alla fine dell’800, sull’onda del forte influsso della Rivoluzione Industriale, che sottopone la produzione a nuove esigenze legate alla praticità e al risparmio di tempi e costi in un’ottica di ottimizzazione dei processi, ormai legati a un consumo su larga scala.

cementine-design-anni_sessanta

Pavimento anni Sessanta realizzato con cementine

Un po’ di storia

Nate per ragioni di utilità e in contesti relativamente umili, le cementine non sono fabbricate per diventare le protagoniste di case aristocratiche. In quel momento storico, infatti, le grandi città si riempiono di persone provenienti dal Mezzogiorno. E l’edilizia si adegua ai nuovi standard richiesti, coltivando comunque l’ambizione di portare nelle case decori d’arte ma con materiali giocoforza umili. Le cementine diventano così la soluzione più pratica per poter arredare gli ambienti domestici popolari. La necessità infatti era quella di elaborare una tipologia inedita di pavimentazione che fosse celere nella messa in opera e durevole, con una proposta decorativa accattivante.

cementine-design.mutina-azulej

Azulej di Mutina, design Patricia Urquiola

Ma da dove viene il termine cementine? Proprio dal cemento, come il nome stesso suggerisce. Il forte incremento nella produzione del cosiddetto Portland, infatti, materiale base per la preparazione del calcestruzzo, è stata l’occasione e insieme l’ingrediente base per far decollare la produzione di questi rivestimenti economici.

cementine-design-corona

Cementine Marca Corona

Cementine: come sono fatte?

La matrice di ispirazione delle cementine deriva dalla graniglia. La composizione di queste mattonelle infatti è molto simile: cemento, sabbia, marmo e ossidi sono gli elementi base. La differenza? Risiede nella granulometria del marmo presente nello strato superficiale, sottilissimo, di cui le piastrelle sono rivestite. Originariamente di forma quadrata (dai 20×20 ai 25×25 cm) è stato poi possibile arrivare a sperimentazioni geometriche più estrose. Ne sono un esempio le amatissime cementine esagonali, formato molto apprezzato al giorno d’oggi.

cementine-design-casalgrande_padana-opus

Collezione Opus, Casalgrande Padana

Come si posano

Un ulteriore aspetto pratico tipico di questo rivestimento risiede nella modalità di posa, eseguita a toppa: le cementine sono incollate con un agglomerato di calce e cemento e montate singolarmente. Infine trattate superficialmente in maniera molto semplice, oggi diremmo eco-friendly, grazie al solo uso di olio di lino, per renderle impermeabili e antimacchia. Tutte connotazioni che portano le cementine a essere un perfetto mix di bellezza, praticità e funzionalità. Tra le decorazioni più caratteristiche troviamo quelle floreali hand made, arricchite da fregi e greche che hanno introdotto all’interno delle abitazioni più modeste un sapore tra il liberty e il deco, tipico dell’epoca industriale.

cementine-design-marrakech_design

Marrakech Design

Rivestimenti saldi e strutturati, ma semplici e alla portata di tutti, le cementine sono state una chiave decorativo-funzionale in grado di portare negli interni domestici un accento fresco e creativo. L’infinita possibilità di decoro e composizione si è strutturata su ispirazione dei tappeti. Le sperimentazioni con i pattern e gli effetti grafici hanno precorso le tendenze optical esplose definitivamente negli anni Sessanta.

cementine-design-marrakech_design

Marrakech Design

Il successo nel mondo contemporaneo

Che cosa sono diventate, oggi, le cementine? Che cosa hanno da offrire ai progettisti e ai loro clienti? Le residenze storiche e le abitazioni che non sono state sottoposte a interventi massivi di restauro conservano quelle originarie nella forma più autentica e vissuta, in cui i rivestimenti si mostrano in tutta la loro bellezza, riportando in vita nel nostro quotidiano i pattern, i colori, le decorazioni intarsiate da scalfitture ed imperfezioni del vissuto domestico, legato a una patina di nostalgia tipica degli oggetti del passato.

cementine-design-marazzi

Collezione D_Segni di Marazzi

Per tutte queste ragioni, in una sorta di paradosso o ribaltamento paradigmatico, le cementine d’epoca hanno assunto un valore economico tutt’altro che popolare, arrivando a costare in media circa cento euro al metro quadrato. Oltre ai pregiati pezzi di recupero, però, moltissime aziende del settore attualmente investono nella produzione di cementine contemporanee. Innanzitutto c’è da dire che queste mattonelle sono diventate un fenomeno sganciato dai materiali originari. Oggi chiamiamo cementine anche piastrelle che delle cementine condividono lo stile, il decoro, le misure, ma non la ricetta e la composizione: basti pensare ai modelli in gres porcellanato. La differenza rispetto a quelle originali e d’epoca risiede poi nel decoro: non più artigianale, ma stampato in serie. Le dimensioni, i formati e le geometrie sono diversi da quelli standard. Anche se non mancano aziende che scelgono la via artigianale e ne fanno una cifra distintiva rispetto all’approccio industriale.

cementine-design-pavimenti_sansone

Pavimenti Sansone, brand siciliano

Le grafiche e i pattern che caratterizzano i rivestimenti contemporanei sono spesso un richiamo a motivi classici. Riportare in vita lo stile optical è un must. I colori e le forme, grazie alla natura componibile dei moduli, vengono scelti e assemblati con apparente casualità, per conferire nuovo carattere allo spazio. Espedienti decorativi che vanno a sfruttare le tendenze minimal tramite cromie chiaroscurali per attualizzare il classico, traduzioni dello stile pop in colori pastello, rievocazioni post-industriali nelle tinte materiche di argilla, riletture attualizzate del rock e romantico stile bohémien, accostamenti mix&match: sono solo alcuni degli esempi delle connotazioni estetiche delle cementine moderne. E l’ambiente domestico si veste di un aspetto rétro e di tendenza, attuale e ricercato.

cementine-design-pavimenti_sansone

Pavimenti Sansone

Dove si trovano, come utilizzarle

Le troviamo nei caffè, nei ristoranti, nei negozi di tendenza. Le cementine oggi sono protagoniste di una rivoluzione del contesto a 360 gradi, indoor e outdoor. Escono dalle abitazioni domestiche popolari, si svincolano dal pavimento per andare a rivestire pareti di locali, fare da sfondo a banconi da bar, esaltare l’estetica di saloni e alberghi. Ma non solo: nell’ambiente domestico, in cucina, così come nell’ambiente bagno, diventano veri e propri strumenti di valorizzazione di un contesto. In verticale, in orizzontale, in continuità tra parete e pavimento, come a rendere meno definiti i confini, le modalità di configurazione sono infinite.

cementine-pattern-juju_papers-fruit-salade

Fruit salade, le cementine Juju Papers

cementine-pattern-juju_papers-fruit-salade

Fruit salade, le cementine Juju Papers

Tipologie di cementine

Con l’avanzamento tecnologico produttivo, attualmente è possibile realizzare piastrelle in gres porcellanato che riproducono le cementine d’epoca, replicandone i colori, le superfici irregolari, le grafiche, l’effetto di finitura superficiale ingentilito dal tempo. Un potente connubio tra prestazioni tecniche di alto livello e dimensione estetica dal respiro vintage. La stampa digitale ha inoltre ampliato la visione non solo nella decorazione, ma anche nei formati. Le finiture spaziano dall’effetto matte al super gloss. Tra le numerose tendenze contemporanee è molto diffuso l’effetto patchwork. Grafiche e colori vengono mescolati tra loro al fine di conferire agli spazi un carattere ironico e dinamico. Una delle sperimentazioni più interessanti, sempre più spesso applicata in contesti sia domestici sia pubblici, consiste nella progressiva integrazione di questo prodotto con altri materiali, per creare labili punti di transizione tra un ambiente e l’altro.

cementine-design-entic

Entic Design, patchwork di cementine

Quali cementine scegliere? I marchi contemporanei

Bisazza

Da Paola Navone ai Fratelli Campana fino a India Mahdavi, l’azienda Bisazza e la sua collezione Cementiles non può passare inosservata nel panorama di offerta delle cementine. Bisazza è infatti nel settore del design uno dei luxury brands più affermati. Principale produttore di mosaici in vetro per contesti indoor o outdoor, negli ultimi anni il marchio ha investito in nuovi materiali che rappresentano un perfetto binomio di design e artigianato.

india_mahdavi-bisazza-cementine-design

India Mahdavi per Bisazza, collezione Cementiles

 

fratelli_campana-bisazza-cementine-design

I Fratelli Campana per Bisazza, collezione Cementiles

Mutina

Azienda italiana dal respiro internazionale, le sue firme arrivano dall’Olimpo del design contemporaneo. Mutina propone tra le altre la collezione Azulej di Patricia Urquiola che combina linguaggi volutamente diversi: memoria, geometrie, pixel, sviluppati sia in senso longitudinale che diagonale. La collezione vuole rivalorizzare la memoria del cemento idraulico, sperimentando una tecnica di stampa innovativa orientata verso un prodotto di larga diffusione.

azulej-cementine-mutina-design-patricia_urquiola

Azulej di Mutina, design di Patricia Urquiola

Marazzi

Micro, macro, geometrico, floreale, classico, vintage, metropolitano: un mix di suggestioni per la nuova collezione D_Segni di un altro marchio d’eccellenza del made in Italy che reinterpreta in gres il fascino delle cementine hand made nel piccolo formato 20×20 cm.

cementine-marazzi-design

Marazzi, collezione D_Segni

Ceramica Bardelli

Ceramica Bardelli è uno dei tre brand del gruppo Altaeco insieme a Ceramica Vogue e Appiani. Uno dei segni distintivi del marchio è la decorazione a mano. Tradizione e innovazione, pilastri fondamentali dell’azienda, vengono portate avanti insieme alle attività di ricerca e sviluppo nello stabilimento di Milano. La collezione di piastrelle da pavimento e rivestimento d’interni Corrispondenze firmate da Dimorestudio, in grès bianco smaltato finitura opaca, è composta da sette decori interamente pennellati a mano, forniti miscelati. Completa la proposta una gamma di sei tinte unite pennellate a mano perfettamente coordinate ai decori. Il formato è 20×20, lo spessore 7 millimetri.

corrispondenza-ceramica_bardelli-cementine-design-dimorestudio

Corrispondenza, il design di Dimorestudio per Ceramica Bardelli

Beauregard Studio

Beauregard Studio è un marchio francese fondato da Aurélia Paoli. La cifra stilistica di questo brand risiede nella rivisitazione e nel rinnovo delle arti decorative francesi, mescolando nel progetto processi artigianali e contemporanei come la stampa digitale.

cubique-beauregard-cementine-design-aurelia_paoli

Cubique 8, collezione Patrimoine di Beauregard, designer Aurelia Paoli

Casalgrande Padana

Azienda con oltre cinquant’anni di storia, Casalgrande Padana propone soluzioni innovative ed ecologiche con una politica industriale fortemente orientata all’innovazione. Con effetti cromatici tenui, sofisticate decorazioni e motivi geometrici eleganti, la collezione Opus in grès porcellanato effetto cemento dà agli ambienti il fascino del passato.

cementine-design-casalgrande_padana-opus

Collezione Opus di Casalgrande Padana

cementine-design-casalgrande_padana-opus

Ceramiche Cir

Specializzata nella produzione meno diffusa di piccoli formati, come il 10×10 cm, Ceramiche Cir punta sul made in Italy e sulla ecosostenibilità. Il marchio offre un ampio panorama di prodotti realizzati in gres porcellanato smaltato. La collezione Miami nasce per restituire le atmosfere industriali e residenziali di una città in fermento, esuberante e dinamica, sottolineate da cromie intense che fanno da sfondo al vissuto quotidiano, rifinite con proposte grafiche d’effetto.

cementine-design-cir-miami

Miami di Cir, gres fine porcellanato per questa collezione di cementine contemporanee

cementine-design-cir-miami

Entic Design

Entic Design è un marchio spagnolo con sede a Valencia che propone una visione romantica proiettata verso il recupero di una bellezza dai tratti antichi e il valore dell’handmade. I suoi prodotti si distinguono per le grafiche dagli accenti nostalgici e al tempo stesso sapientemente attualizzati.

cementine-design-entic

Cementine Entic Design

Hus Milano

L’azienda Hus Milano propone un approccio totalmente artigianale. La produzione avviene attraverso stampi che vengono riempiti con l’impasto colorato, coperto di sabbia e cemento e lasciati maturare per minimo un mese senza alcuna cottura. Una volta selezionato il modello di cementina, il disegno e la relativa matrice da utilizzare, si possono scegliere i colori da impiegare ottenendo infinite soluzioni.

cementine-design-hus_milano

Cementine da Hus Milano

Marrakech Design

Marrakech Design è un’azienda con sede in Svezia e stabilimenti in Marocco. Le sue produzioni sono caratterizzate da decorazioni realizzate dalle mani di esperti maestri marocchini nel centro di Marrakech.

cementine-design-marrakech_design

Marrakech Design

Ceramica Fioranese

Gres porcellanato, ricerca e sperimentazione di nuovi stili per il contemporaneo sono l’ispirazione del marchio Ceramica Fioranese. Le cementine 20×20 con fondi decorati in gres porcellanato utilizzabili sia a pavimento che a rivestimento, disegnate da Silvia Stanzani, sono perfette per chi ama il vintage.

cementine-design-ceramica_fioranese

Pavimento Ceramica Fioranese

cementine-design-ceramica_fioranese

Cementine Ceramica Fioranese