La casa marshmallow che spiega come usare i colori per progettare - CTD
menu
Roberto Clever

13 maggio 2019

New York, la casa marshmallow che spiega come usare il colore per progettare

Share:

Forme rotonde e tinte pastello: l’interior Dmitri Reutov disegna un appartamento a Manhattan dove il punto forte è la palette

New York o Messico? Usa il colore in chiave progettuale in questo appartamento di 55 metri quadrati, l’interior design russo Dmitri Reutov. E anche se siamo nella Grande Mela, esattamente a Lower Manhattan, la sensazione è di fare un tuffo in una dimensione esotica e insieme fiabesca, tra le tinte e le piante del Paese centramericano.

Le linee curve e la rotondità di arredi e complementi, a partire dalle porte ad arco fino alle lampade da terra, l’assenza di angoli e i colori pastello contribuiscono a evocare un’atmosfera a tratti fiabesca, come un enorme marshmallow definito attraverso la morbidezza dei divani e dei pouf, spezzata qui e là dai tavolini in cemento e rame su design di Reutov che però mantengono le forme circolari che fanno da ispirazione per tutto l’appartamento.

Ma è soprattutto il colore a definire lo spazio in questa casa: non un semplice elemento di decor, piuttosto la matita che sembra avere tracciato l’intero disegno della distribuzione e delle stanze.

Una coerenza progettuale che definisce l’ambiente come uno scenografia, un set in cui nessun pezzo prevale sull’altro, ma tutti definiscono insieme un’atmosfera incantata. Non mancano i pezzi di design d’autore – le sedie di Philippe Starck per Kartell nel soggiorno e i divani Roche Bobois – che coesistono in grande armonia senza imporre il proprio segno sul contesto.

La cucina è a vista, colonne sottili autoportanti la separano dalla zona pranzo, a sua volta composta da un mobile a parete dalle forme arrotondate. La tavolozza delle pareti e dei pavimenti dialoga perfettamente con quella degli arredi e dei complementi. L’ingresso con un grande cactus, ripreso in una stampa su una parete, introduce alle forme rotonde che sono il leit motiv progettuale ripreso anche dall’illuminazione.

Le forme sferiche ritornano in bagno e nel resto dell’appartamento, camera da letto compresa, con toni sempre diversi, dall’azzurro al verde acqua al rosa. In camera da letto è molto interessante la libreria a scala alle spalle del grande futon come l’armadio ricavato sulla parete.

“Per me, il colore è uno dei componenti più importanti, direi fondamentali e stimolanti, dell’interior design”, dice Reutov. “Il colore è in grado di cambiare qualsiasi stanza e renderla ciò che desideri per farti sognare. Con l’esperienza, la mia percezione del colore è cambiata nel tempo e ho iniziato a lavorare con tinte sempre più brillanti invece di scegliere le tonalità standard. La scelta di questa palette è anche una reazione all’onnipresenza della tecnologia digitale e dei social network, sempre più decisivi nello spingerci a cercare emozioni originali e genuine, non filtrate dagli schermi e intime”.

Non è un caso, poi, se un interno così originale, basato proprio su una tavolozza che non è soltanto decorativa, sia stato realizzato da Reutov non nel suo Paese ma negli Stati Uniti, in particolare a New York. “Recentemente, l’interior design più sofisticato ha preso piede in Russia e in questo momento stiamo assistendo a un passaggio verso forme e soluzioni più creative che in passato. Direi che la Russia è come un’argilla con cui si possono fare cose incredibili, ma per arrivare al livello desiderato bisogna spingersi ancora più lontano”.