Parigi, così nasce un loft (anzi, 40) | CieloTerraDesign
menu

Parigi, così nasce un loft (anzi, 40)

Share:

Nella Ville Lumière il design industriale che rende omaggio a Haussmann

 

L’area è quella di Clichy-Batignolles, crocevia di due epoche diverse della storia architettonica della Ville Lumiere. E’ qui che lo studio italofrancese Lan (Benoit Jallon e Umberto Napolitano) ha concepito e realizzato un edificio con quaranta loft su una superficie di quasi tremila metri quadrati che hanno anche il compito di fungere da cerniera tra due contesti urbani contrapposti.

Il progetto celebra la Parigi di Haussmann, l’urbanista che nell’Ottocento rivoluzionò la città, e come i palazzi di quella stagione memorabile cerca di anticipare le esigenze e i cambiamenti proponendo una completa reversibilità tra un complesso residenziale e uno per uffici.

Gli appartamenti, molto luminosi grazie alle ampie finestre, sono spaziosi e si sviluppano attorno a una loggia che ha anche una funzione termica, ventilando gli spazi durante i mesi estivi. Pochi e sobri i materiali utilizzati: cemento lucidato tinto di nero per i pannelli prefabbricati della facciata, alluminio laccato nero per i serramenti, vetro per le finestre e acciaio per le ringhiere.