"Pencil, il mio lavabo come una scultura" | CieloTerraDesign
menu
Paolo Casicci

19 agosto 2017

“Pencil, il mio lavabo come una scultura”

Share:

La ceramica dal bordo abbondante di Mario Alessiani per Hatria

Ancora una volta diamo la parola a un designer, perché sia lui stesso a raccontare la sua ispirazione. Questa volta tocca a Mario Alessiani, giovane creativo abruzzese che ha già all’attivo diverse collezioni per più brand. Qui Alessiani ci racconta del lavabo Pencil per Hatria. 

Pencil è una collezione formata da due lavabi in ceramica da appoggio disegnati per l’azienda di sanitari Hatria, una bella realtà nella provincia di Teramo che da anni svolge un ruolo rilevante nel proprio settore.

Quella tra me e Hatria è una collaborazione lunga, che in precedenza ha già visto nascere altri prodotti di cui sono molto orgoglioso: Next e Valley. Io e l’azienda ci conosciamo molto bene e ci apprezziamo reciprocamente per stile e metodo, tutto ciò ha reso il nostro dialogo fruttifero e soddisfacente.

C’è sintonia e questo dà la possibilità di osare su forme e processo. Prima di lavorare su qualsiasi oggetto ci prefiggiamo un obbiettivo: creare un prodotto senza tempo, funzionale, ma con piccoli accorgimenti di stile.

Pencil è nato in controtendenza. Dove tutti cercano la sottigliezza, noi abbiamo trovato l’abbondanza, lavorando sul bordo del lavabo, tratto distintivo di una collezione che diventa scultorea con discrezione, ispirandosi ai secchielli in legno per ricreare il caldo feeling dei tempi passati.

Data la semplicità delle forme, questa “anomalia” di pensiero si lascia ben notare, esaltando le caratteristiche formali e materiche del prodotto. Mi piace pensare la ceramica come un materiale caldo e voluminoso, per cui credo che questo progetto lo racconti molto bene.