Seimila poltroncine raccontano come fare architettura col tessuto - CTD
menu
Roberto Clever

19 giugno 2019

Le seimila poltroncine che raccontano come fare architettura col tessuto

Share:

Il mohair di Vescom per il monumentale centro delle arti performative di Taiwan: cinque sale, cinque tessuti diversi che replicano i pattern delle pareti

E’ possibile immaginare un tessuto che non sia soltanto uno strumento di arredo, ma quasi un mezzo progettuale? Sì, se il tessuto è un Vescom e il progettista lo studio olandese Mecanoo.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

Vescom, marchio olandese d’eccellenza con un catalogo di settanta pattern disponibili in oltre milletrecento colori e sfumature diversi, ha messo il proprio know how sartoriale al servizio di Mecanoo per il monumentale Weiwuying, il più grande centro per le arti performative del mondo racchiuso sotto un unico tetto, inaugurato da poco a Kaohsiung, nel sud di Taiwan. Una struttura che include cinque auditorium da seimila posti complessivi: una Opera House da 2.236 posti, una Concert Hall da 1.981, una Playhouse da 1.210, una Recital Hall con 434 sedute e un Outdoor Theater che collega l’edificio al parco che ospita il Weiwuying.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

Per il progetto, gli architetti di Mecanoo si sono ispirati al banyan, un albero considerato sacro, la specie con la più grande chioma al mondo, un vero e proprio luogo di aggregazione umana vista la sua estensione. La struttura ondulata della copertura del Weiwuying connette una vasta gamma di funzioni in uno spazio in cui interno ed esterno si fondono, così come i banyan che con le loro radici aeree toccano terra creando un gioco di luci e ombre, di pieni e vuoti.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

Sotto l’ampio tetto a struttura d’acciaio curva c’è Banyan Plaza, un grande spazio pubblico riparato dove i residenti possono passeggiare giorno e notte. I cinque teatri si trovano negli altrettanti nuclei o “gambe” dell’edificio in cui la struttura incontra il suolo. Un foyer sul tetto e un piano di servizio sotterraneo, che ospita l’area del backstage di ogni teatro, li collegano l’uno con l’altro.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

La Concert Hall, foto di Ethan Lee e Jackill Yu

Obiettivo acustica perfetta

Il mandato di Mecanoo era di realizzare quattro strutture con un’acustica di altissimo livello. Mecanoo ha lavorato dunque innanzitutto sulle pareti, il cui disegno è stato concepito prima di qualsiasi altra componente degli interni. Una volta definito il motivo grafico dei muri, gli architetti hanno voluto che anche le sedute dei cinque teatri lo replicassero, amplificando i pattern in tutto lo spazio disponibile. Vescom è andato incontro alle esigenze dello studio con una versione inedita e sartoriale di Ariana, il velluto di mohair customizzato in cinque soluzioni diverse, una per ciascuna struttura dell’enorme centro taiwanese.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

Ogni ambiente ha un colore e un decoro differenti, ottenuti con la lavorazione al telaio attraverso contrasti di luci e ombre che generano i vari pattern sul velluto. Nella Concert Hall le sedute sono rivestite di un velluto dalla nuance dorata. La struttura della sala rivestita di quercia ricorda quella di un vigneto terrazzato, con il palcoscenico al centro e livelli a diverse altezze che circondano il podio. Il pubblico accede dal piano terra e si muove attraverso una serie di scalinate a spirale.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

La Playhouse, foto di Ethan Lee e Jackill Yu

La Recital Hall da 434 posti e fra le quattro sale è quella dall’atmosfera più intima. Con una conformazione asimmetrica e i posti a sedere disposti su due livelli, è stata progettata per accogliere la musica da camera e gli spettacoli di teatro. Le sedute sono rivestite con lo stesso tessuto dorato Vescom della Concert Hall e le pareti sono in legno di quercia. La Playhouse è progettata per gli spettacoli teatrali e di danza. La flessibilità è l’elemento centrale nel design di questo spazio multifunzionale, il cui layout può essere modificato ricreando un tipico palcoscenico con il pubblico frontale o distribuito su tre lati. Le sedute sono rivestite con il tessuto Ariana di Vescom nella colorazione blu. Una fantasia creata ad hoc rende il prodotto unico.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

L’Opera House, con i suoi 2236 posti, è l’auditorium principale. Ha un impianto a forma di ferro di cavallo con tre balconate circolari e può ospitare un’orchestra di oltre settanta musicisti. Le sedute sono rivestite con il tessuto Ariana Vescom nelle colorazioni rosso e viola, in armonioso contrasto con le pareti più scure. Il motivo della decorazione, anche in questo caso realizzato appositamente, richiama i fiori taiwanesi.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

L’Opera House, foto di Ethan Lee e Jackill Yu

Ariana è un tessuto mohair customizzabile che si distingue per l’aspetto lucido. La palette di colori base include trentacinque varianti che vanno dalle nuance pastello e cipria a colorazioni più pronunciate come ruggine, petrolio, verde smeraldo, malva, viola e rosa. E’ un tessuto durevole, con un’elevata resistenza all’abrasione e particolarmente adatto negli ambienti con priorità acustiche come i teatri, grazie all’alto coefficiente di assorbimento.

Weiwuyinq-vescom-mecanoo-design-tessuto-design

Il centro per le arti performative Weiwuyinq nel sud di Taiwan, a Kaohsiung