Studio Algoritmo: il progetto che in tre mesi trasforma gli allievi in designer - CieloTerraDesign
menu

31 maggio 2018

Studio Algoritmo, il progetto Ide&a che in tre mesi trasforma gli allievi in designer

Share:

Dalle lezioni al brief fino alla presentazione degli oggetti in azienda

Quando abbiamo scritto per la prima volta di Studio Algoritmo, abbiamo messo in luce alcune caratteristiche di questa realtà romana fondata da Alessandro Gorla che ci sono sembrate interessanti. La prima è che Gorla rappresenta una mosca bianca della scena italiana, essendo un milanese che ha deciso di fare design nella capitale. La seconda è che in questo studio votato al product design, e che funziona come una bottega vecchio stampo in cui si può imparare un mestiere, allievi e collaboratori firmano – cosa rara – il progetto cui hanno dato un contributo. La terza è che da Gorla si lavora tenendo sotto controllo tutta la filiera, in un’ottica multidisciplinare che abbraccia anche la comunicazione e la fotografia e permette a chi studia o lavora qui di capire quanto un professionista completo debba essere in grado di muoversi anche in campi lontani e non strettamente collegati a quelli della progettazione.

studio-algoritmo-ide&a-quasar-serigrafia-corso-dettaglio

Progetto Ide&a, un momento del corso di serigrafia

In classe per lavorare

Torniamo a scrivere di Studio Algoritmo perché quelle caratteristiche che lo rendono una realtà degna di nota sono alla base di Ide&a, ovvero un progetto di alta formazione in design per il quale lo studio ha collaborato con Isad-Instituto Superior de Arquitectura y Diseño di Chihuahua in Messico (dove Gorla ha insegnato) e Quasar Design University di Roma (dove Gorla è docente e coordinatore). Che cosa è stato Ide&a per i tre mesi in cui si è svolto, da febbraio a maggio? Fondamentalmente l’occasione per sei studentesse messicane di arrivare in Italia, misurarsi con designer, professionisti e storici e sviluppare un’idea che, alla fine del percorso, è stata sottoposta a un’azienda per la produzione.

studio-algoritmo-ide&a-cantieregalli-visita

La visita al Cantiere Galli, Roma

Il brief in azienda e la collezione di oggetti per pets

Per tre mesi, gli allievi di Ide&a hanno incontrato esperti e addetti ai lavori arrivando a progettare una collezione di oggetti e a presentarla  all’ultimo Salone del mobile di Milano alla United Pets, un’azienda specializzata in prodotti per gli animali domestici. Il brief Pets in movement chiedeva di cimentarsi con strumenti per agevolare i viaggi con il proprio animale. Ecco allora Armadillo di Paola Dominguez, cuccia e trasportino in feltro e neoprene con proprietà di isolamento acustico e termico, Cacto di Denisse Lagos, snackball in plastica e silicone che si trasforma in una doppia ciotola da viaggio, Schisceta di Mariapaula Fierro, ovvero ciotole/contenitori da viaggio impilabili in alluminio e silicone, e poi Tape di Patricia Sotelo, tappetino da viaggio in neoprene con ciotole e tasche. “Dall’azienda ci hanno detto che i progetti presentati sono molto concreti e professionali, di un livello molto alto, paragonabile a quello di studenti di master” racconta Gorla. “Particolarmente su uno hanno puntato gli occhi, e ora stanno facendo riunioni di sviluppo prodotto per verificare l’effettiva producibilità”.

studio-algoritmo-ide&a-quasar-presentazione-progetto

La presentazione dei progetti da United Pets, a Milano

A lezione da fotografi, giornalisti e critici

Il diario di bordo di Gorla, dei suoi collaboratori e allievi si può ripercorrere sui profili facebook e instagram del progetto ed è un benchmark per chi volesse  costruire un’esperienza di studio e lavoro legata al design. Il gruppo ha partecipato, vincendo, al contest Umano, postumano, sovrumano organizzato dal Quasar con 120 studenti chiamati a investigare e progettare dispositivi e luoghi per l’uomo della civiltà digitale. Il progetto del gruppo Ide&a è una sorta di coscienza portatile, El Grillo Parlante, un dispositivo che imita le funzioni dell’insetto e responsabilizza gli umani sull’abuso di tecnologia. In pratica, quando il device rileva un abuso di tecnologia proietta un ologramma totalmente personalizzabile del grillo parlante sulla nostra spalla, consigliandoci attività alternative.

studio-algoritmo-ide&a-cantieregalli-visita

La visita al Cantiere Galli, Roma

Questi tre mesi trascorsi tra aule universitarie, laboratori, centri di stampa 3D, gallerie di art design e a contatto con professionisti di discipline diverse rappresentano un benchmark per chi volesse costruire un progetto formativo concreto che oltre alla formazione guarda al mercato

A Roma, le sei studentesse si sono confrontate con la fotografa Roberta Santelli e con noi di Cieloterradesign, che abbiamo parlato del ruolo della comunicazione nel design, con la storica e curatrice di design al Maxxi Domitilla Dardi, con gli artigigner Giorgio Mazzone e Tommaso Gravini, con Floriana Cannatelli della Rufa, hanno visitato Cantiere Galli, l’interior design center della capitale. E ancora hanno incontrato Alex Coppola del Quasar e della Sapienza, Claudia Pignatale di Secondome gallery, Paolo D’Arrigo, Marco De Masi, Marco Corsi, Rosario Di Vincenzo, Riccardo Innocenti, Millim Studio. I tutor del programma sono tutti designer attivi da Studio Algoritmo: Anne MérienneBianca Putotto e Andrea Sainato.

studio-algoritmo-ide&a-domitilla-dardi-visita

Domitilla Dardi da Studio Algoritmo per il progetto Ide&a

studio-algoritmo-ide&a-cieloterradesign-visita

Cieloterradesign a Studio Algoritmo per il progetto Ide&a

studio-algoritmo-ide&a-secondome-visita

Visita alla galleria Secondome, di Claudia Pignatale

L’omaggio ad Achille Castiglioni

Alla Fondazione Achille Castiglioni, gli allievi di Ide&a hanno esplorato il design anonimo e regalato alla figlia del genio milanese un libro interamente fatto a mano per il centenario del maestro, Las mañanitas para Achille, dal titolo di una canzone tradizionale messicana di compleanno.

studio-algoritmo-ide&a-fondazione-castiglioni-visita

Progetto Ide&a, la visita alla Fondazione Achille Castiglioni

studio-algoritmo-ide&a-fondazione-castiglioni-visita

Progetto Ide&a, la visita alla Fondazione Achille Castiglioni