Quando il design non sta alla finestra | CieloTerraDesign
menu

Quando il design non sta alla finestra

Share:

Arredare terrazze e balconi per vivere al meglio l’estate, undici pezzi di design per esterni

 

Estate, tempo di giardini, terrazzi e balconi. Chi ha detto che è necessaria una grande metratura per vivere gli esterni di un’abitazione? Anche in città possono bastare venti metri quadrati per rilassarsi, da soli o in compagnia degli amici. Purché lo spazio sia organizzato in maniera funzionale e con un buon senso estetico.

Ecco alcune soluzioni di design di cui potreste innamorarvi. Alcune portano la firma di celebri creativi, altri sono prodotti di marchi più giovani e innovativi.

Vela di Scolaro

Il primo obiettivo è, ovviamente, predisporre una copertura dal sole. Vela di Scolaro è l’ombrellone dal design innovativo e che coniuga estetica e funzionalità, perfetto per dare vita ad ambienti moderni e, insieme, raffinati. Vela ridefinisce il concetto e l’architettura dell’ombra, prodotto come è dalla fusione armonica tra un ombrellone e una vela, contando sulla praticità del primo e sul senso di leggerezza dell’altra. Scolaro è un’azienda veneta nata più di quarant’anni fa come antico laboratorio artigianale di ombrelloni e che oggi esporta in cinquanta paesi nel mondo. Il design, le nuove soluzioni tecniche e l’abbinamento dei materiali migliori, segnano l’evoluzione e l’utilizzo dell’ombrellone, il tutto garantito da un processo produttivo interamente italiano.

Tie-Break di Richard Lampert

Linee semplici e un intrigante mix di materiali rendono questa poltrona da esterno un pezzo molto particolare, leggermente oversize. La seduta è fabbricata con la corda delle racchette da tennis e i bordi sono del materiale delle cinture di sicurezza. Il risultato è una sedia molto comoda che, a differenza di molti modelli omologhi, non ha bisogno di cuscini. E’ disponibile in nero o blu.

Pic&Nic di Lineoarredo e Ildoppiosegno

Sintesi della moderna colazione al sacco, Pic è il tavolino da montare e piantare nel giardino o in un vaso in terrazza. Ha due tagli sottili per appoggiare i calici di vino. La struttura è in legno, il piano superiore è un vassoio staccabile in Solid Surface bianco, piacevole al tatto, lavabile e antigraffio. Nic è un ombrellino di un metro e mezzo che ripara dal sole e, a dispetto dell’immagine eterea, anche dall’acqua. Il bastone è in legno, la copertura è in tessuto-nontessuto con struttura in Solid Surface. Lineoarredo è un’azienda artigiana specializzata nella produzione di arredamento su misura per piccoli e grandi spazi. Coniuga la manualità, la tecnica e la conoscenza dei materiali utilizzando le più moderne tecnologie. Lavora legno di alta qualità. Ildoppiosegno design studio, di Monica Ferrigno e Carlo Dameno, è un marchio dalla doppia identità: una rivolta alla ricerca e un’altra al design di prodotto e grafica. Il design di prodotto è incentrato principalmente sulla casa, dove lo sviluppo di progetti è portato dal brief fino ad una prima ingegnerizzazione del prodotto, con modelli di verifica e prototipi. L’aspetto grafico in massima parte è dedicato allo studio di interfacce, in cui il risultato estetico non prescinde dal miglioramento dell’usabilità.

Tropicalia di Moroso

Una struttura in tubolare di acciaio e un make-up creativo attraverso il quale Patricia Urquiola traveste il telaio e lo trasforma, facendo assumere alle sedute personalità diverse a seconda del materiale utilizzato. Il giro di filo è simile a un colpo di matita, marca una superficie che è contemporaneamente grafica e strutturale, diventa gesto costruttivo e forma d’identità: giocoso con la plastica dei cordoncini lavorata a due o tre colori, raffinato se monocromatico, elegante con il cuoio.

Cardamone di Moroso

Cardamone Sofa è un divano firmato da Ayse Birsel & Bibi Seck per Moroso. Strutture in acciaio verniciato, intrecci colorati ottenuti dalla lavorazione manuale di diversi fili di polietilene. Moroso ha iniziato ad utilizzare la tecnica dell’intreccio a mano di fili di plastica usati tradizionalmente per la realizzazione di reti da pesca, segnando il successo della collezione Shadowy.

Imba di Moroso

Design di Federica Capitani, Imba è una seduta realizzata intrecciando il filato utilizzato per le reti da pesca, progetti non-omologati per antonomasia, diversi e originali, prodotti lavorati a mano, umani nel raccontare pregi e difetti. La struttura è in acciaio verniciato, gli intrecci colorati sono ottenuti dalla lavorazione manuale di diversi fili di polietilene. Sottopiedi in gomma.

Pavimenti Marazzi

Allmarble è una collezione in gres effetto marmo che si ispira a marmi molto rari: Lasa, Statuario, Raffaello, Altissimo, Travertino, Saint Laurent e Frappuccino. Disponibile in 4 finiture lux, naturale, struttura e silk e 8 formati che vanno dal 60×120 al 7×28. Il gres Allmarble si presta alla posa di pavimenti e rivestimenti sia in interno che in esterno grazie alla versione spessorata 20 mm nel formato 40×120. A corredo della collezione anche il nuovo formato esagonale per la realizzazione di ambienti originali ed eleganti. L’estetica di Treverkmade si ispira, invece, alle vecchie assi ottenute da botti usate per conservare i liquori e il risultato finale è un materiale caldo, con una stonalizzazione sia grafica che cromatica.

Maia di Kettal

Autrice di alcuni dei pezzi più emblematici del panorama attuale, Patricia Urquiola ha creato la collezione Maia per Kettal, una delle sue opere più rappresentative, premio Ad Architecture Design nel 2008. “Il pezzo in cui mi riconosco maggiormente è la poltrona Relax. Mi piace trovare il materiale che si adatta meglio ad ogni progetto. Lavorare un materiale tecnologico con un’elaborazione artigianale, o usare in un processo industriale un materiale del passato”.

Ivy di Kettal

Interprete di un concetto nuovo per l’outdoor living – quello di salotto in acciaio dallo stile industriale – Ivy porta la firma di Paola Navone ed è una famiglia di arredi-scultura dal design lineare e rigoroso, con sedute sinuose e morbide in abbinamento a tavoli di grandi dimensioni. Tratto caratteristico della collezione è la maglia metallica in lamiera d’acciaio, che crea particolari giochi di vuoti e pieni, raggiungendo un effetto di leggerezza. L’imponenza delle grandi forme vuote che inglobano la natura si sposa all’armonia dei motivi intrecciati, in un equilibrio unico.

Comb-ination di Flora

La struttura a nido d’ape esagonale del pettine-inazione si possono trovare anche in natura ed è una forma geometrica rigorosa. In un modo estremamente giocoso, Arik Levy ha combinato questa tensione in un prodotto che armonizza la funzione e la forma in modi nessun altro può. Le diverse dimensioni del trellis consentono la creazione di forme naturali. Non è solo la pianta che si arrampica sulla griglia di supporto – il prodotto in sé sembra essere salendo il muro. traliccio d’arte, sistema modulare, lamiera zincata, verniciata a polvere nera, con kit di montaggio.

Thonet All Seasons

Attuali come non mai, i classici in tubolare d’acciaio di epoca Bauhaus si prestano ad accompagnarci in tutte le stagioni dell’anno. Per la nuova collezione outdoor “Thonet All Seasons” Thonet ha scelto, fra l’altro, le sedie cantilever S 33 e S 34 di Mart Stam, i tavolini d’appoggio B 9, la poltrona lounge S 35 di Marcel Breuer e la sedia cantilever S 533 di Ludwig Mies van der Rohe. Rinnovati nei colori e nei materiali questi modelli, oltre che eleganti, sono resistenti alle intemperie e per questo ideali anche per l’esterno.