Espressoh, il nuovo make up tutto italiano che reinventa la routine - CTD
menu
Ludovica Proietti

9 Ottobre 2021

EspressOh, il nuovo make up tutto italiano che reinventa la routine

Share:

Caffè, trucco, edicola: il brand milanese con i suoi pop up store unisce quanto di più italian style esiste per proporre i suoi prodotti (cruelty free)

Metti un sabato e una domenica d’ottobre a Roma, un’edicola “non ordinaria” e un brand che si sta facendo notare per il suo modo originale di unire caffè e cosmesi in un’esperienza sola: semplice, decisa e all’italiana.

Insomma: se siete a Roma e volete passare un weekend insolito, la vostra destinazione, oggi e domani, è piazza Amerigo Capponi, nel quartiere Prati, dove ospite di ERNO, Edicola Romana Non Ordinaria, c’è EspressOh. 

ERNO, l’edicola non ordinaria a Roma

Stiamo parlando del brand indie milanese che, nato e cresciuto totalmente online, realizza incursioni fisiche come quella nell’edicola pop-up romana dove – come già a settembre in altre edicole a Milano – crea per un week end l’atmosfera della ritualità nuova del make up. 

EspressOh vuole legarsi al modo italiano di vivere bene l’inizio della giornata, partendo con un buon caffè e proseguendo con la cura di se stessi, non soltanto con il trucco, ma anche attraverso la lettura e l’informazione: da qui la scelta delle edicole come nuovo hub della cura della persona. Un inizio di giornata energizzante, come devono essere sia un buon caffè sia un buon make up, fatto di pochi, essenziali prodotti, semplici, inclusivi, cruelty free e all’aroma di caffè.

La rivista di Espressoh per presentare OhMyGlow

Per presentare al pubblico l’ultimo nato, il fondotinta OhMyGlow, EspressOh ha così pensato a un’edicola dove poter  testare tutta la produzione e tornarsene a casa con una fanzine. 

“La scelta dell’edicola è dovuta alle radici del brand, che lega appunto la quotidianità all’italianità: da qui anche il nome EspressOh” spiega Chiara Cascella, fondatrice del marchio “e il ritorno ai gesti semplici, quotidiani, essenziali. Per questo, invece che a un negozio, abbiamo pensato all’edicola come rappresentazione della mattinata italiana”.

Edicola milanese trasformata in pop up store da Espressoh

Riqualificare le edicole come luoghi di aggregazione, nelle città sofferenti dopo la pandemia e con il mercato editoriale in crisi da tempo, potrebbe essere una soluzione da applicare per rivitalizzare il tessuto urbano. Come lanterne culturali, le edicole sono sempre state spazi dalle più variegate identità, dove incontrare l’umanità più disparata. 

Siamo sicuri che operazioni come questa non siano piccoli passi verso una nuova idea di città?

Scarica il Media Kit

Il tuo webmagazine sul design e l'architettura. Raccontiamo storie che arrivano da sentieri poco battuti. Offriamo visioni laterali su personaggi e temi d’attualità

Download

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sul trattamento dei dati personali
X
iscriviti alla newsletter