Felicia, il design della pasta che viene dalle lenticchie
menu
Antonia Marmo

21 Gennaio 2022

Felicia, il design della pasta che viene dalle lenticchie

Share:

Una storia di innovazione che parte dai campi, passa per la grande distribuzione e arriva sulle nostre tavole. In maniera circolare

In giro per il supermercato sotto casa, lo ammetto, come prima cosa a catturarmi è il packaging, fresco, giovane, poi arriva il colore dei vari formati di pasta, non le solite farine chiare, ma nero, rosso, verde scuro, ocra, di cereali e legumi. Mi ricordo di averne visto lo spot in TV, protagonista una energica Alessia Marcuzzi, mi era piaciuto, ma non avevo approfondito. Ne compro due pacchi, uno di pasta rossa, con farina di lenticchie, l’altro di pasta nera, con spirulina, nei giorni le provo e mi piacciono, capisco che dietro deve esserci qualcosa di innovativo, mi metto a cercare e sì, capisco che è proprio una bella operazione rotonda di sensi e direzioni, dall’innovazione di prodotto e di food/service design, a partire dai processi di produzione, alla comunicazione, fino e a una nuova esperienza di gusto e benessere. E il tutto dal nostro Sud, dove la migliore impresa è quella che riesce a fare innovazione mettendo in discussione ed evolvendo la ricca tradizione.

Parliamo di Felicia, brand di Andriani Spa, Società Benefit, punto di riferimento dell’innovation food in Italia, specializzata nella produzione di pasta a base di materie prime di alta qualità, biologiche e naturalmente prive di glutine. Siamo nel cuore della Murgia, in Puglia, a Gravina, in un territorio mitico di sapori offerti da una terra fertile e generosa, la produzione di Felicia avviene qui nell’unico stabilimento italiano 100 per cento allergen free dotato di mulino multigrain integrato, tra i più grandi in Europa, con la possibilità di controllare tutto il processo, dal cereale o legume sino alla pasta, con l’obiettivo di garantire ai consumatori massima trasparenza, qualità e sicurezza alimentare. Le materie prime utilizzate, provenienti da coltivazioni locali, sono cereali e legumi come lenticchie rosse e gialle, ceci, piselli, fagioli verdi Mung, riso integrale, grano saraceno e avena.

Ad avere l’intuizione di passare da un’azienda familiare tradizionale nel settore molitorio a una impegnata in quella che ora si definisce alimentazione healthy sono stati, fin dal 2009, i fratelli Michele e Francesco Andriani, rispettivamente presidente e amministratore delegato e vice presidente e amministratore delegato di Andriani Spa, fino alla creazione del marchio Felicia. A muoverli verso il successo l’aver compreso che per guardare ai nuovi mercati mondiali, bisognava differenziarsi esaltando i valori del territorio grazie all’innovazione, perfettamente in sintonia con una crescente attenzione alla salute e al benessere. 

Michele e Francesco Andriani

L’azienda oggi attua costantemente una scelta varietale delle materie prime, sperimentando nuovi ingredienti adatti alla pastificazione: legumi e cereali, che sono di loro natura privi di glutine, vengono macinati nell’impianto molitorio multigrain e le farine prodotte vengono semplicemente miscelate con acqua e poi essiccate, il tutto con sistemi all’avanguardia studiati appositamente per soddisfare le richieste sempre più sfidanti dell’alimentazione contemporanea. Con l’intento di creare, distribuire e raccogliere valore, l’azienda ha inoltre integrato nella propria strategia d’impresa i principi del Global Compact delle Nazioni Unite, rapportando ogni attività ed iniziativa ai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030. I suoi prodotti si fanno interpreti di questa visione virtuosa, a cominciare dall’attenzione ai temi di welfare aziendale, di integrazione sociale, di inclusione. E proprio con lo scopo di tutelare il benessere delle persone, di salvaguardare suolo e ambiente e di contribuire in modo diretto allo sviluppo della biodiversità, Andriani ha dato vita a una filiera di legumi tra le più estese d’Italia, che consente alle imprese agricole aderenti di ottimizzare i disciplinari di coltivazione allineandosi ai più alti standard di sostenibilità in ambito agroalimentare. 

In questo contesto Felicia è espressione dei nuovi trend di mercato che delineano una nuova era dell’alimentazione dettata dalla crescente richiesta di prodotti biologici e salutari, votati ad alimentare l’ottimismo, come recita il pay-off, innovando lo scaffale della pasta, mantenendone le forme consuete, ma proponendo un’alternativa in grado di garantire gusto, qualità e assortimento originale di referenze.

Un esempio su tutti? I nuovissimi spaghetti alla spirulina, appena lanciati, frutto della collaborazione con ApuliaKundi, giovane realtà pugliese che si occupa di ricerca nell’ambito delle micro alghe. La partnership ha portato a realizzare vasche in serra dedicate alla coltivazione dell’alga Spirulina in un ambiente protetto direttamente negli stabilimenti di produzione della pasta, senza alcuno spreco, ottimizzando ogni risorsa e ogni passaggio, mettendo insieme in maniera del tutto circolare competenze, risorse e sistemi produttivi dello stesso territorio. 

A completare il progetto una comunicazione centrata e coerente, declinata attraverso varie modalità, che trasmette in pieno i valori del brand. Ad aprile 2021 Felicia ha debuttato in TV, lo spot, interpretato da Alessia Marcuzzi, firmato da 6.14 Creative Licensing con la regia di Gabriele Mainetti, attraverso uno storytelling che si serve dello split screen, racconta la grande varietà di pasta Felicia, sia in termini di ingredienti e gusti, che di modalità di consumo, con un messaggio semplice: una pasta di nuova generazione che fa bene, ideale allo stile di vita di ciascuno. Della stessa agenzia anche il packaging, totalmente riciclabile che lascia intravedere formato e colore, capace di raggiungere in pieno il duplice obiettivo di creare un’immediata riconoscibilità a scaffale e di evidenziare in modo chiaro e facilmente identificabile le informazioni chiave utili al consumatore come la filiera 100 per cento italiana e bio, il dettaglio degli ingredienti, le certificazioni di prodotto, i benefici nutrizionali, i tempi di cottura suggeriti. 

In un mercato di prodotti healthy in continua crescita, l’unicità di Felicia deriva dal suo differenziarsi dalla concorrenza come primo brand del settore capace di raccontarsi con personalità e guidare nuovi stili di vita, dimostrando che il design può partire da un seme e arrivare nel nostro piatto, in una completa esperienza tra rispetto dell’ambiente e della cultura dei luoghi, armonia con lo sviluppo di nuovi modelli di impresa, gusto e benessere. 

Scarica il Media Kit

Il tuo webmagazine sul design e l'architettura. Raccontiamo storie che arrivano da sentieri poco battuti. Offriamo visioni laterali su personaggi e temi d’attualità

Download

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sul trattamento dei dati personali
X
iscriviti alla newsletter